Pistolero, here we go…

Il casting per il nuovo attaccante della Juventus sembra essere ormai destinato alla conclusione. I bianconeri, difatti, pare abbiano deciso di puntare su Luis Suarez come sostituto del partente Gonzalo Higuain che, dopo essere stato messo ai margini dal nuovo allenatore Andrea Pirlo, è sempre più vicino alla rescissione consensuale e alla partenza verso l’MLS.



Destini simili quello del ‘Pipita’ e quello del 33enne centravanti uruguagio, anch’esso escluso dal neo allenatore blaugrana Ronald Koeman e ora pronto a vestire la maglia numero 9 della Juventus, senza padrone da ormai 2 anni.


Suarez ha già detto sì ai campioni d’Italia, trovando facilmente trovato l’accordo sulla base di un contratto biennale con opzione per il terzo a 10 milioni (13.5 lordi grazie al Decreto Crescita); tuttavia ci sono ancora un paio dettagli fondamentali da sistemare affinché l’affare vada in porto.


Innanzitutto il Pistolero dovrà ottenere il passaporto italiano: dopo l’acquisto di McKennie, i bianconeri hanno occupato tutti gli slot per gli extracomunitari e non potranno tesserarne altri in questa sessione di calciomercato. La questione passaporto, però, non rappresenta un grande ostacolo, in quanto le procedure sono state avviate da tempo e già nella giornata di domani il giocatore potrebbe sostenere l’esame di italiano B1, fondamentale per il completamento delle pratiche che gli consentiranno di diventare un cittadino comunitario.


Al contrario è, attualmente, un po’ più complessa la situazione tra Suarez e il Barcellona: l’uruguagio non ha preso benissimo l’esclusione dal nuovo progetto dei catalani e non sembra interessato a fare sconti sulla buonuscita che dovrà percepire. Verosimilmente questo ostacolo verrà superato con l’intervento della Juventus stessa, che sta già discutendo col Barcellona l’inserimento di un indennizzo per sbloccare definitivamente la trattativa.


Qualora l’affare Suarez dovesse clamorosamente saltare, la Juventus potrebbe tornare ad affondare il colpo per Edin Dzeko. L’accordo tra la Juve e il bosniaco c’è da tempo, ma c’è stato un forte rallentamento dovuto sia alla cifra chiesta dalla Roma (tra i 16 e i 18 milioni di euro) sia perché i giallorossi preferirebbero prima chiudere lo scambio Ünder-Milik con il Napoli, trattativa che fatica a decollare.


Più defilato il nome di Cavani, con il quale ci sono stati contatti non proprio recenti e subito bloccati per vie delle alte richieste avanzate dal Matador, mentre sarebbe decisamente più complicato Morata: il prezzo del cartellino per lo spagnolo dell’Atletico Madrid è molto alto e un suo ritorno a Torino sarebbe possibile solo attraverso l’inserimento di contropartite tecniche, come Bernardeschi o Douglas Costa. Non è da escludere nemmeno la presenza di un nome a sorpresa, ma la sensazione è che tutti i tasselli stiano incastrando alla perfezione e che, dunque, il matrimonio tra Suarez e la Juventus s’ha da fare.


By Mincix91


146 views0 comments

Recent Posts

See All
  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram